La digitalizzazione dell’impresa nel 2019

Nel 2019 le organizzazioni, gli enti, le società, le aziende dovranno porsi come obiettivo primario quello di lavorare sulla trasformazione digitale. L’87% dei senior business leader afferma, secondo autorevoli studi condotti da Gartner, che la digitalizzazione è divenuta ad oggi una priorità assoluta. La stragrande maggioranza delle aziende a livello internazionale ha avviato iniziative di gestione o programmi di trasformazione per rendere la propria attività più digitale. Ogni funzione organizzativa deve gestire la pressione del cambiamento nella trasformazione digitale, nei modelli di business e in altre aree. Le organizzazioni si stanno riallineando o reinventando per rispondere a tale pressione rapidamente, come riportato recentemente dalla Harvard Business Review. Vediamo i pro ed i contro del business digitale.

I benefici della digitalizzazione per un’Azienda

La digitalizzazione offre nuove modalità tecnologiche di interazione tra l’Azienda ed i suoi interlocutori. Nella vita di un’Azienda, gli strumenti digitali consentono di gestire in modo più pratico e sicuro i costi e di migliorare la produttività. La capacità di un’impresa di ottenere chiarezza strategica sul suo percorso verso la trasformazione del modello di business è cruciale per il suo successo. La trasformazione verso il digitale consente alle imprese di cogliere maggiormente le opportunità offerte dalle condizioni economiche odierne.

Le organizzazioni di marketing ad alte prestazioni hanno sviluppato uno stile di lavoro più agile per mantenere i loro marchi competitivi in rapidi turni di mercato. Molti leader aziendali stanno costruendo una gamma diversificata di capacità di squadra, allocando le persone in base al lavoro che deve essere svolto. Questo indipendentemente da dove si trovano le risorse nella struttura organizzativa.

Quali sono le motivazioni che spingono le imprese verso la digitalizzazione?

Ci sono diverse motivazioni che spingono le aziende a mettere in atto un modello di business più digitale per la loro attività:

  • alcune organizzazioni considerano il business digitale un’opportunità per reinventarsi totalmente;
  • altre imprese cercano di sfruttare la tecnologia per ottimizzare e aumentare le operazioni esistenti.

Qualunque sia la portata dell’ambizione digitale di un’organizzazione, la maggior parte degli strateghi aziendali tendono a giocare sul sicuro, favorendo investimenti incrementali. In alcune aziende invece gli strateghi sono più “audaci” e testano modelli di business completamente nuovi cercando al contempo modi per ridurre i rischi associati ad essi.

La gestione delle risorse umane nel processo di modernizzazione digitale

Anche il business digitale sta creando nuove sfide per l’informazione e la tecnologia. Gli investimenti esistenti devono essere riequilibrati e combinati con nuove tecnologie dirompenti. Nuove competenze stanno emergendo e le competenze esistenti si stanno evolvendo, causando cambiamenti radicali nella cultura e nelle capacità. I dipendenti sono preoccupati che le loro abilità diventino irrilevanti e la loro principale ambizione è ottenere un miglioramento delle competenze. Da parte delle aziende risulta quindi necessaria una pianificazione strategica della riqualificazione della forza lavoro e un’adeguata gestione del talento. C’è attualmente una domanda crescente quasi universale di destrezza digitale.

Quali sono i problemi più frequenti della riqualificazione del personale nel business digitale?

Talvolta le ambizioni digitali dell’Azienda entrano in conflitto con obiettivi operativi di lunga data e creano priorità in competizione che i dipendenti non sanno come bilanciare. Ad esempio, senza una chiarezza strategica i dipendenti non sono sicuri se debbano concentrarsi:

  • sulla velocità,
  • sulla qualità,
  • sull’efficienza,
  • sull’innovazione.

Maggiore è il grado di tensione dei dipendenti, peggiori diventano le loro prestazioni. I leader aziendali hanno il compito di lavorare proattivamente per far emergere queste tensioni, riconoscere i difficili compromessi e stabilire le priorità, avvalendosi anche di consulenti qualificati. Il risultato sarà un giudizio più efficace basato sulla cultura da parte dei dipendenti e conseguenti prestazioni migliori.

La centralità del cliente nel processo di digitalizzazione

La digitalizzazione risponde anche ad un cambiamento nei bisogni dei Clienti. Nelle vendite B2B gli acquirenti dedicano attualmente molto più tempo che in passato alla ricerca sui canali digitali. Inoltre, lo scambio di informazioni all’interno dei gruppi virtuali di acquirenti di prodotti similari è uno strumento utilizzato più della richiesta diretta di informazioni ai rappresentanti di vendita. Per coordinare correttamente le operazioni di digitalizzazione dell’impresa a favore degli utenti, sono fondamentali i ruoli di:

  • CIO, responsabile della sicurezza informatica,
  • performer di informazione e tecnologia (I&T).

Un’esperienza di navigazione sicura sul sito web aziendale ed una ricerca intuitiva di prodotti e servizi agevoleranno la fidelizzazione del Cliente.

Conclusioni

In definitiva, un bilancio tra difficoltà e benefici di un processo di digitalizzazione dell’impresa pende nettamente a favore di una profonda trasformazione digitale. Tra industria 4.0, super ed iper ammortamento, ai quali si aggiungono le novità della manovra appena approvata, le aziende hanno una fantastica opportunità per innovare e digitalizzare.