Il piano industria 4.0 - CARAVATI PAGANI - Dottori Commercialisti Associati

Sono appena stati pubblicati i risultati 2017 e le linee guida 2018 relativi alle le direttive riguardanti l’industria 4.0. Tali direttive forniscono un quadro esauriente della situazione economica nazionale, in particolare:

  • In quale direzione si stanno orientando le aziende;
  • Gli incentivi utilizzati per quanto riguarda lo sviluppo dell’industria 4.0.

  • INDUSTRIA 4.0. DEFINIZIONE E OBIETTIVI
  • INDUSTRIA 4.0 E SMART FACTORY
  • IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0
  • IL COMMERCIALISTA IDEALE PER L’INDUSTRIA 4.0
INDUSTRIA 4.0. DEFINIZIONE E OBIETTIVI

Il termine industria 4.0 indica una tendenza dell’automazione industriale ad integrare le nuove tecnologie produttive. Quali sono gli obiettivi?

  • Migliorare le condizioni di lavoro;
  • Aumentare la produttività;
  • Potenziare la qualità produttiva di macchinari e impianti.

L’impatto dell’industria 4.0 sul contesto sociale ed economico, sta portando a definire questo passaggio storico come la Quarta Rivoluzione Industriale. A questo proposito, la ricerca “The Future of the Jobs”  – presentata nel 2016 al World Economic Forum – sostiene che nei prossimi anni i fattori tecnologici influenzeranno profondamente l’evoluzione del lavoro. L’effetto sarà la creazione di nuovi posti, lo sviluppo di nuove competenze e una diversificazione delle abilità ricercate.
Il Governo Italiano segue l’esempio di Stati Uniti, Inghilterra, Germania e Giappone, attuando una serie di misure volte ad incentivare gli investimenti funzionali alla crescita tecnologica. Questo processo, che lo Studio CARAVATI PAGANI considera inevitabile e positivo per il nostro Paese, prende appunto il nome di Industria 4.0.

INDUSTRIA 4.0 E SMART FACTORY

Quando parliamo di industria 4.0 parliamo anche di smart factory, produzione intelligente, brilliant factory. Sono questi i termini che mettono in evidenza la progressiva diffusione delle nuove tecnologie che stanno modificando il modo di concepire l’azienda e le stesse modalità di produzione e scambio. È utile precisare che il cambiamento non riguarda solo il futuro delle aziende manifatturiere, ma vede coinvolti anche altri settori di attività.

L’industria 4.0 passa per il concetto di smart factory, che si compone di 3 aspetti:

  • Smart production, ossia le nuove tecnologie produttive che creano connessione tra tutti gli elementi e i soggetti coinvolti nella produzione (operatore, macchine, strumenti);
  • Smart services, ossia tutte le infrastrutture informatiche e tecniche che consentono l’integrazione di sistemi, aziende e strutture esterne;
  • Smart energy, che riguarda l’attenzione costante ai consumi energetici, creando sistemi sempre più performanti in grado di ridurre lo spreco di energia.

IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0

I Ministri Calenda, Padoan, Poletti e Fedeli, hanno recentemente presentato i risultati del 2017 e le linee guida per il 2018 relativi al Piano Nazionale Industria 4.0
I risultati del 2017 sono positivi e soddisfacenti:

  • Si nota un incremento degli ordinativi di beni strumentali con picchi del +11,6% per quanto riguarda l’acquisto di macchinari e apparecchi;
  • I dati positivi riguardano anche il numero di imprese 4.0, in aumento;
  • Un aumento del 2% di investimenti early stage.
  • Per sostenere l’industria 4.0, sono stati stanziati interventi pubblici per 3,5 Mld di €;
  • L’occupazione salvaguardata e/o creata è pari a oltre 53.185 risorse.

Per il 2018 è previsto un nuovo pacchetto di misure da inserire nella legge di Stabilità, che si concentreranno soprattutto su lavoro e formazione:

  • Istruzione delle nuove generazioni, attraverso un potenziamento della formazione tecnico-scientifica e l’apprendistato duale;
  • Le misure per i NEET (come il piano Garanzia Giovani). NEET è l’acronimo inglese di not engaged in education, employment or training e sta ad indicare quella tipologia di persone che non è impegnata né nel lavoro, né nello studio, né nella formazione;
  • L’aggiornamento on the job, per i lavoratori le cui competenze potrebbero risultare obsolete con l’avvento dell’industria 4.0.

IL COMMERCIALISTA IDEALE PER L’INDUSTRIA 4.0

CARAVATI PAGANI, forte delle sue competenze e dell’aggiornamento professionale costante dei suoi collaboratori, offre un’assistenza puntuale con l’obiettivo di supportare gli imprenditori 4.0 nella comprensione e nell’utilizzo delle misure di sostegno agli investimenti messe in atto dal Governo, fornendo consulenza strategica volta a supportare e ad orientare il cliente. L’industria 4.0 non vi coglierà impreparati gli imprenditori 4.0 se avranno al vostro fianco un “commercialista 4.0”.