Food delivery: l’assistenza del commercialista nella scelta del modello e-food

Il food delivery rappresenta una grande opportunità per le aziende di ristorazione. Filippo Caravati ha approfonditamente esaminato questo tema in un articolo pubblicato nel numero di Aprile 2021 della rivista Ristorazione Italiana. In questo Magazine di settore, specializzato e autorevole sull’enogastronomia, si può consultare l’articolo alle pagine 50, 51 e 52. La rivista è distribuita agli abbonati tramite invio postale ed è letta da numerosi imprenditori titolari di catene di Take Away, Ristoranti, Pizzerie, Produttori e Distributori di attrezzature legate al mondo della ristorazione, in tutta Italia.

Il magazine ha contattato Caravati Pagani in virtù dell’esperienza sviluppata dallo Studio a fianco di imprese legate al mondo del food. Nelle suddette pagine si affrontano tematiche come quella dell’importanza della scelta del modello di business.

FOOD DELIVERY, UNA SFIDA PER LE IMPRESE ITALIANE

La gastronomia rappresenta un pilastro portante dell’economia del Paese, una delle eccellenze italiane del mondo. Nell’anno della pandemia anche questo ambito ha subito un rapido processo di digitalizzazione. Come spiega Filippo Caravati nel suo articolo, il numero degli “e-consumatori” nel 2020 è triplicato e sono nati numerosi e-commerce di prodotti alimentari. L’approfondimento, che vi invitiamo a leggere, offre anche dati specifici su quanto emerge dalle analisi dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano sulla spesa alimentare online effettuata dagli italiani. Questa continua e rapida evoluzione del settore, però, non deve portare le aziende all’improvvisazione. È molto importante, per chi si immette nel circuito delle vendite online, distinguere le diverse tipologie di piattaforme e servizi e scegliere in base alla propria attività.

La normativa riguardante il food delivery in Italia

Nell’impiego di riders e gig worker, le imprese legate al settore alimentare devono:

  • rispettare le norme igienico sanitarie dei contenitori e dei mezzi utilizzati per il trasporto,
  • rispettare le norme di sicurezza stradale,
  • garantire una copertura assicurativa contro gli infortuni e le malattie professionali.

Oltre a questi aspetti, ce ne sono molti altri da valutare prima di cogliere la sfida delle consegne a domicilio di generi alimentari. La consulenza di un professionista esperto risulta, quindi, quanto mai fondamentale per la riuscita dell’impresa di digitalizzazione della vendita di cibo.